Total elettroutensili: come sceglierli?

Total elettroutensili: come sceglierli e cosa fare

Come scegliere gli elettroutensili?
Come valutare un elettroutensile come il trapano?
Quali vantaggi possiede un elettroutensili a batteria?
Uso corretto delle batterie a litio per gli elettroutensili

 

Come scegliere gli elettroutensili?

Il mondo degli elettroutensili è vasto ed esiste un attrezzo per ogni lavorazione da eseguire. Il loro utilizzo rende più facili e veloci lavori di ogni tipo: fresare, lucidare, trapanare o demolire, avvitare, smerigliare, levigare, mediante funzioni ed accessori che garantiscono l’operazione su diversi tipi di superfici e materiali.

Ma tra i numerosi prodotti disponibili sul mercato, come si sceglie quello giusto, sia in termini tecnici che di qualità, e quali sono i vantaggi nell’utilizzare elettroutensili professionali anche per i lavori “fai da te”? Spesso vengono offerti elettroutensili a basso costo e spesso di scarsa qualità: pensando di fare un affare, si acquistano attrezzature scadenti e con breve durata di vita.

Gli elettroutensili professionali danno sicurezza e garanzia sulla qualità sia ad operai ed artigiani del settore che agli hobbisti, e le reali capacità tecniche assicurano che un determinato lavoro venga effettuato in maniera efficace, sicura, rapida e precisa. Total è una azienda che produce elettroutensili di qualità e, facendo una comparazione prezzi, ci rendiamo conto che i prodotti sono anche competitivi, garantiscono l’efficienza rispetto all’uso, che ne viene fatto, e nel contempo, la durata dell’attrezzatura. 

Consigliamo quindi di documentarsi bene riguardo le caratteristiche tecniche dell’attrezzatura ecco, ad esempio, informazioni utili riguardo l’elettroutensile più usato: il trapano.

Total Trapano

Il trapano consente di praticare forature su diversi materiali come calcestruzzo, acciaio, pietra: può essere a batteria o alimentato a corrente. Il trapano a batteria è spesso utilizzato sia per uso privato che professionale, per lavori in ambienti chiusi (es. appartamenti ecc.) o in spazi ristretti.

Può essere a percussione, oltre al movimento rotatorio del mandrino, aggiunge infatti un movimento a battente che aumenta la potenza di foratura. Fa parte dei trapani a percussione, il martello demolitore. Il martello demolitore può essere fornito con diverse punte a seconda del lavoro da effettuare, esegue fori o scalpellature su cemento in maniera rapida ed efficace.

Come valutare un elettroutensile professionale come il trapano?

  • La potenza in Watt (min. dai 1200 Watt in su)
  • Il numero di giri
  • La durata della batteria (per i modelli a batteria)
  • Il tipo di attacco (SDS-MAX)
  • Il peso
  • Gli accessori disponibili
  • Il tipo di garanzia
  • La disponibilità per eventuali parti di ricambio poiché spesso gli elettroutensili “low cost” non hanno possibilità di sostituzione o riparazione dei pezzi!

Quali vantaggi possiede un elettroutensile a batteria?

Gli elettroutensili a batteria non sono meno potenti di quelli a filo a parità di caratteristiche. L’elemento differenziante è la batteria. Rispetto al passato oggi le batterie utilizzate sono al litio proprio come quelle per gli smartphone. Inoltre, non soffrono del cosiddetto effetto memoria si tratta di un fenomeno tipico delle precedenti batterie al nichel-metalidrato (NiMH) che rendeva parzialmente inutilizzabile la loro capacità di accumulo se ricaricate quando erano completamente scariche. Grazie alla tecnologia agli ioni di litio questo problema è evitato dunque le batterie possono andare in carica anche quando sono non completamente scariche.

Un altro vantaggio deriva dalla velocità di ricarica infatti i moderni caricabatterie dispongono di complessi circuiti che accelerano il processo di ricarica e valutano aspetti importanti come: il surriscaldamento dell’accumulatore, la corrente erogata. In pochi minuti sono in grado di raggiungere un significativo livello di carica, in mezz’ora raggiungono almeno il 60% della propria capacità. Possono reggere un elevato numero di cicli di ricarica senza perdere prestazioni.

–  Robustezza

–  Funzionalità

–  Valutazione della batteria

In particolare il valore della tensione di funzionamento è importante anche se da solo non indica la capacità di un determinato modello. Più alta sarà la tensione di partenza maggiore sarà la capacità della batteria di essere utilizzata. In realtà, va valutata attentamente anche la capacità nominale della batteria, misurata in Ampere ora (Ah): maggiore sarà questo valore, più a lungo la batteria potrà funzionare prima di richiedere una ricarica.

Insieme, questi due valori possono fare la differenza tra un impiego poco più che amatoriale (un paio d’ore di operatività) rispetto a ciò che viene richiesto a un elettroutensile professionale (anche una intera giornata).

Molti produttori di elettroutensili hanno sviluppato anche delle funzioni avanzate  che possono migliorare il lavoro come il sistema di ricarica wireless, comodo e veloce con cui ricarichi semplicemente appoggiando sulla base l’elettroutensile senza disconnettere la batteria o collegare cavi. Grazie al sistema care Charging viene prima verificato il livello di batteria e poi, verrà avviata la modalità di carica ottimale. Se invece la batteria richiede una carica ridotta verrà erogata meno corrente, se invece ha una capacità residua superiore del 85% il caricabatteria resterà in modalità stand by. Qualcuno ha sviluppato addirittura la modalità di ricarica mediante app attraverso il BlueTooth.

Uso corretto delle batterie a litio per gli elettroutensili

Con il tempo e dopo molti cicli di carica/scarica le batterie tendono a perdere la loro capacità di mantenere la carica. A volte capita che lo stesso caricabatterie non avvia la procedura di ricarica: questo perché il voltaggio della batteria è diventato troppo basso per essere ripristinato. 

Innanzitutto, va detto che le batterie al litio possono diventare pericolose ed esplodere se non vengono gestite con la dovuta attenzione. E necessario disporre di un tester e di una batteria funzionante con lo stesso voltaggio, da utilizzare per riportare in vita quella non più operativa. Collegando con due cavi i poli positivo e negativo delle due batterie è possibile “risvegliare” quella non funzionante e riportarla a valori di tensione tali da permettere al caricatore di avviarsi. È un rimedio temporaneo, perché comunque la batteria in questione sarà vicino alla fine della propria vita operativa, ma è comunque un modo per ottenere il massimo da questi strumenti di lavoro.

 

Contattaci
invia