Come rendere l’acciaio brillante?

Come rendere l’acciaio brillante?

Il tempo come sappiamo tende a corrodere l’acciaio e fargli perdere la sua originale lucentezza. L’acqua e il calcare sono certamente due fattori che incidono negativamente sull’acciaio alla lunga. L’acciaio è uno dei materiali più presenti nelle nostre case! Come possiamo far fronte a questo problema?

L’acciaio come sappiamo è una lega di ferro e carbonio che viene impiegata in molti ambiti di interior design perché è bello, igienico, funzionale. Il limite è che si graffia facilmente e tende ad ossidarsi perdendo così la sua lucentezza iniziale.

Come pulire l’acciaio inox con metodi naturali?

Il punto è non corrodere l’acciaio inox per questo è bene utilizzare “ingredienti” naturali quali

  • Il limone per sgrassare ed eliminare il calcare
  • l’aceto per igienizzare e lucidare
  • l’alcool etilico per un effetto brillante

Come possiamo eliminare le macchie dell’acciaio?

Le gocce d’acqua e le impronte delle nostre mani lasciano segni impietosi sulla superficie brillante e compromettono la lucentezza dell’acciaio. È chiaro che per evitare le macchie di acqua occorre asciugare in modo meticoloso l’oggetto in modo da evitare tracce e segni che con il tempo opacizzano la superficie.

Pulire l’acciaio con il limone

Ad esempio, se parliamo di rubinetti possiamo rimuovere queste macchie fastidiose con il succo di limone spalmandolo sull’area da trattare e lasciandolo agire per poi risciacquare. Il succo di limone va preparato in questo modo:

  • diluire il succo di limone in acqua
  • immergere una spugna morbida nella soluzione e pulire con olio di gomito
  • passare alla fine un panno morbido per eliminare gli aloni.

Pulire l’acciaio con l’aceto

Per il lavello possiamo utilizzare due soluzioni, dopo averlo sgrassato con il detersivo dei piatti, ossia limone e aceto. L’aceto può essere usato senza diluirlo nell’acqua per la pulizia di stoviglie e posate si può usare in modo naturale. Per attenuare l’odore dell’aceto, poco gradevole, si può aggiungere alla miscela bucce di agrumi.

Pulire l’acciaio con il bicarbonato

Se parliamo di piano cottura in acciaio inox, a cui si aggiungono le incrostazioni degli alimenti, oltre che le macchie di acqua possiamo intervenire con l’utilizzo del bicarbonato di sodio.

Come si prepara?

Bisogna creare una crema di bicarbonato:

  • unire acqua tiepida, bicarbonato e detersivo piatti
  • intingere la spugna non abrasiva e pulire le superfici da smacchiare
  • la crema creta di bicarbonato scioglie le incrostazioni (la crema di bicarbonato va fatta agire almeno per due ore)
  • sciacquare bene e poi passare un panno di microfibra.

Questo metodo può essere utilizzato sul piano cottura in acciaio ma anche per il forno che è soggetto ad incrostazioni.

Pulire l’acciaio con la cenere

Questo ultimo rimedio lo definiamo “della nonna” si utilizzava anche per pulire l’argento.
Come si prepara?

  • Mettere a bollire in una vecchia pentola 100 grammi di cenere a legna con mezzo litro di acqua a fiamma bassa
  • Mescolare di tanto in tanto, sarà pronta dopo un’ora
  • La pasta che va a formarsi si può usare per rimuovere le incrostazioni e i segni di bruciatura.

Pulire la cappa in acciaio

Per mantenere la cappa lucida e pulita è possibile utilizzare una crema composta in questo modo:

  • Mescolare il bicarbonato di sodio, il detersivo liquido e acqua tiepida e produrre una crema da spalmare sulla cappa.
  • Concludere la pulizia passando un panno umido con qualche goccia di limone per rendere la cappa lucida come nuova.

Pulire l’acciaio arrugginito

Per farlo bisogna utilizzare la cipolla, basta tagliarla a metà, cospargerla di zucchero e usare una spugna per sfregare sull’area interessata.

Pulire l’acciaio satinato

In questo caso la miscela da utilizzare è composta dalla stessa quantità, in parti uguali, di succo di limone e di acqua ossigenata.

Pulire l’acciaio graffiato

Per pulire l’acciaio graffiato e rimediare al danno occorre:

  • applicare sul piano cottura dell’olio da cucina strofinato con un tovagliolo di carta
  • lucidare infine con un panno morbido e pulito

Se i graffi sono profondi bisogna affidarsi a dei tecnici specializzati che opteranno per l’utilizzo di dischetti abrasivi per superfici di alluminio.

Se desideri approfondire leggi anche: Come si pulisce l’acciaio macchiato 

Contattaci
invia